Satira antimilitarista varia ( per ricordare a tutti che l’esercito ammazza la gente )

MILITARI ASSASSINI - graficanera - NO COPYRIGHT

NO F-35 #2 - graficanera - NO COPYRIGHTMILITARI ASSASSINI #2 - graficanera - NO COPYRIGHT

 

 

NO F35 - graficanera - NO COPYRIGHT

 

operatori di pace eterna - graficanera - NO COPYRIGHTmarò - graficanera - NO COPYRIGHT

 

militarismo terrorismo - graficanera - NO COPYRIGHT

Grafiche contro il Nucleare

nuklear uber alles - graficanera - NO COPYRIGHTenergia nucleare - graficanera - NO COPYRIGHT

 

scorie nucleari - graficanera - NO COPYRIGHTnuclear holocaust - graficanera - NO COPYRIGHT

critical mass ( vecchie grafiche rivisitate )

car war ( critical mass ) - graficanera - NO COPYRIGHT

rammollimento (critical mass) - graficanera - NO COPYRIGHT

 

motore tumore ( critical mass ) - graficanera - NO COPYRIGHT

 

wilderness ( critical mass ) - graficanera - NO COPYRIGHT

Tre grafiche sulla liberazione animale

animal apocalypse - graficanera - NO COPYRIGHTvivisettore  - graficanera - NO COPYRIGHTcarne e violenza - graficanera - NO COPYRIGHT

E Ned Ludd disse: “Enoch li ha fatti, Enoch li distruggerà”

Ned Ludd - graficanera - NO COPYRIGHT

Abbiamo avuto il piacere di realizzare le grafiche dell’ultimo album dei Ludd Rising intitolato “Fiume in piena”: loro sono un gruppo punk-hardcore della periferia di Roma attivo nel circuito libertario et antifa; e dato che anche il loro primo album “vivere per vivere” spacca ve lo segnaliamo da scaricare aggratis da punk4free CLICCANDO QUI.

Nella copertina pubblicata qui sopra appare un Ned Ludd col suo immancabile martellone: personaggio a metà tra la storia e il mito che guidò e diede il nome al movimento luddista che già agli albori del XIX° secolo si propose di fermare la rivoluzione industriale distruggendo i macchinari e le fabbriche.

Visto che siamo in tema segnaliamo il bel documentario END:CIV sul collasso della civiltà industriale: si tratta di un documentario ispirato dal libro Endgame dello scrittore  anarcoprimitivista Derrick Jensen e realizzato da Franklin Lopez; infine lasciamo in seguito alcune piccole grafiche satiriche sempre in tema liberamente utilizzabili.

alienation 2.0 - graficanera - NO COPYRIGHTtechnology rapes nature - graficanera - NO COPYRIGHT

technological doom - graficanera - NO COPYRIGHT

compenso virtuale - graficanera - NO COPYRIGHT

Grafiche in solidarietà al movimento NO MUOS

grafiche no muos #1 - graficanera - NO COPYRIGHT

grafiche no muos #2 - graficanera - NO COPYRIGHTgrafiche no muos #3 - graficanera - NO COPYRIGHT

televisione oppio dei popoli

panem et circenses - graficanera - NO COPYRIGHTlobotomia televisiva - graficanera - NO COPYRIGHT

distruggi il tuo televisore - graficanera - NO COPYRIGHT

Insurrezione alla fattoria – allegre distopie orwelliane

la fattoria degli animali - graficanera - NO COPYRIGHT

Piccola illustrazione liberamente ispirata da La fattoria degli animali di George Orwell: famosissimo romanzo ambientato per l’appunto in una fattoria che affronta in chiave satirica ed allegorica le dinamiche di una società totalitaria ( alludendo in particolare alla russia stalinista ).

Abbiamo realizzato questa immagine per la copertina del prossimo split album dei Senza Frontiere e dei Feccia Rossa; gruppi streetpunk attivi nel circuito musicale antifa.

Questa illustrazione rappresenta l’insurrezione degli animali della fattoria contro il loro leader, il maiale Napoleon; ovviamente non vogliamo discriminare la specie dei maiali (giacché nel romanzo di Orwell alcuni di questi svolgono anche dei ruoli positivi ); proponendo questa illustrazione vogliamo semplicemente rendere omaggio ad uno degli scrittori più profetici e visionari che ha alimentato quell’immaginario distopico da cui il punk ha attinto a piene mani.

Sicurezza & Contro-Sorveglianza – strategie repressive e movimenti di resistenza negli USA (traduzione opuscolo informativo)

Sicurezza e controsorveglianza (COPERTINA) - graficanera - NO COPYRIGHT

 

Abbiamo rimpaginato, illustrato e tradotto integralmente questo opuscolo (Security & Counter-Surveillance)  pubblicato a Vancouver nel 2009, sebbene esponga situazioni per lo più specifiche della repressione nord-americana, perché vogliamo diffondere informazioni sulle ultime frontiere della sorveglianza estera.

L’arte di sorvegliare e di reprimere non è un fenomeno statico ma un continuo evolversi e l’america è l’avanguardia mondiale del controllo sociale, un modello di ispirazione per tutte le polizie d’occidente e un laboratorio per le nuove tecnologie della sorveglianza.

Se abbiamo mantenuto i capitoli sulla repressione dei movimenti di resistenza americani è soprattutto per il peso che questi episodi storici hanno avuto per la consapevolezza dell’attivismo odierno;

inoltre vogliamo sottolineare che gran parte di questi movimenti di resistenza agirono secondo approcci politici molto lontani dall’ethos anarchico: l’anarchia implica il rigetto per la gerarchia e l’autoritarismo e di conseguenza si manifesta in una moltitudine di realtà politiche decentrate, senza capimandria ne strutture verticistiche, nell’orizzontalità decisionale e all’insegna della libera iniziativa degli individui.

Non condividiamo necessariamente tutte le dichiarazioni contenute nell’opuscolo da noi tradotto, non intendiamo spargere inutili paranoie tra gli/le attivisti/e nostrani/e e non vogliamo incoraggiare la pratica di alcuna azione illegale;

proponendo questa traduzione vogliamo semplicemente informare sulle lotte dei movimenti di resistenza d’oltreoceano, permettendo alle persone di conoscere realtà politiche eterogenee e di elaborare un proprio pensiero critico al riguardo.

Inoltre abbiamo inserito alcune note aggiuntive per completare ed arricchire il contenuto del testo, che spesso presenta contesti e situazioni che potrebbero risultare al/alla lettore/lettrice poco familiari…

 

CLICCA SOTTO PER IL DOWNLOAD

Sicurezza e controsorveglianza (download dal sito Punk4free.org) – graficanera – NO COPYRIGHT

 

Security & Counter-Surveillance, Information against Police State

(link dal sito Warriorpubblications.wordpress.com per scaricare liberamente l’opuscolo originale in lingua inglese)

seguono alcune grafiche realizzate per l’opuscolo, liberamente utilizzabili…

ne dei ne guardoni - graficanera - NO COPYRIGHTsorveglia e punisci - graficanera - NO COPYRIGHT

pulizia - graficanera - NO COPYRIGHT

Krav MaGandhi ( grafiche per i veri truzzi antifa )

A volte capita di ritrovarsi in un corteo contro la vivisezione o contro altre forme di ingiustizie sociali e di sentire il puzzo di certe fetecchie fasciste che rivendicano un ruolo dentro il corteo; giustamente  queste fetecchie vengono puntualmente cacciate in malo modo, ma ultimamente si sentono voci discordanti che accusano gli attivisti antifascisti di ottusità, di squadrismo etc.

Ebbene succede che certi democratici e pacifisti con le farfalline colorate nella calotta cranica inveiscono contro i militanti antifascisti perché ritengono che usare la forza contro queste fetecchie che accoltellano e stuprano vuol dire piegarsi alla loro logica, perché secondo loro la violenza è intrinsecamente fascista e autoritaria, e quindi chi scaccia i fascisti dai cortei con la forza ricalca la stessa logica del fascismo e dunque va equiparato ai fascisti.

A questi imbecilli che sproloquiano sui loro blog bisogna ricordare che c’é una bella differenza tra la violenza di chi aggredisce gratuitamente e promuove razzismo, patriottismo e xenofobia come fanno i fascisti vecchi e nuovi, e chi usa la violenza per difendersi da qualcuno che minaccia la propria vita o che minaccia l’integrità del proprio movimento.

A discapito della stupidità pacifistoide tanto diffusa, occorre ribadire che se i partigiani non avessero usato l’odio e la violenza contro i nazi-fascisti, a quest’ora tutti questi pacifistoidi  che starnazzano sulla non-violenza sarebbero già stati sterminati dalla brutalità fascista; la resistenza partigiana insegna che l’odio e la violenza rivolti contro chi minaccia e opprime sono una manifestazione sana della volontà di vivere e di preservarsi, un’espressione del principio di auto-difesa e del banalissimo “istinto di autoconservazione” proprio di ogni organismo vivente, istinto che troppi sciocchi fingono di non riconoscere.

Rivisitazione del logo degli Arditi del Popolo, la prima organizzazione antifascista armata composta da anarchici, socialisti e comunisti che si oppose alle aggressioni delle squadraccie fasciste.

Seguono alcune simpatiche grafiche ispirate alle storiche gesta della resistenza antifascista.

il fascio te lo sfascio #2 - graficanera - NO COPYRIGHT

 

 

viva la muerte - graficanera - NO COPYRIGHT

 

 

benito bricolage - graficanera - NO COPYRIGHT